Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2010

…vuoi costruirti una snub disphenoid?
clicca qui, stampa e poi comincia a lavorare…
art patak

Read Full Post »

Google SketchUp  Pro per Mac e Windows è un modo del tutto nuovo di progettare in 3D con il computer. Sviluppato per le fasi concettuali del design, questo software, potente e semplice da usare, permette di creare, modificare e comunicare velocemente e facilmente forme 3D. Chiunque ami disegnare a mano, ma trova l’utlizzo del CAD approssimato o frustrante, apprezzerà infatti l’approccio unico di SketchUp  che combina un set compatto e robusto di strumenti con un sistema di guida intelligente, facilitando l’intero processo di disegno nelle tre dimensioni. Il risultato è un’interfaccia che supporta un’esplorazione dinamica e creativa delle forme 3D,  dei materiali e delle luci, senza richiedere grossi investimenti in termini di addestramento e supporto! SketchUp (letteralmente SchizzoSu) è uno strumento apparentemente elementare, ma estremamente potente, ideale per la creazione, la visualizzazione e la modifica di “idee 3D”, come spiega appunto il suo nome, il tutto attraverso un’interfaccia davvero semplice e intuitiva; i modelli 3D creati, inoltre, possono essere modificati a piacere, texturizzati e osservati anche sotto la simulazione dell’ombra solare. Per facilitare ancora di più alcune operazioni di modellazione, inoltre, SketchUp mette a disposizione alcune forme e componenti già disegnati per consentire un flusso di lavoro ancora più veloce. Caratteristica interessante dell’ultima versione del programma, infine, è quella di integrare direttamente in Google Earth gli oggetti creati, per un posizionamento sul globo terrestre del proprio modello e per inviarli alla 3D Warehouse, la galleria di condivisione dei modelli realizzati con SketchUp.

La versione Pro è scaricabile dal sito Google a questo link.
Attenzione ai requisiti di sistema per installarlo (memoria necessaria, spazio richiesto, ecc…) in Windows XP. Una volta installato, oltre a “costruire” i propri progetti, è possibile scaricare e visualizzare quelli messi a disposizione da Google, anche attraverso il menu File | Galleria di immagini 3D | Ottieni modelli…! Gratis!

Read Full Post »

o come un commento può diventare ricerca….ovvero primo post manipolato con aggiunte ipertestuali per una comprensione non limitata agli addetti ai pensieri…purtroppo e come al solito la prof. Servello ci costringe al ring…e al work in progress…vediamo:…il testo del commento contiene una serie di metadati descrittivi , notevole…
“Se come rileva Hillman [(suggerì Platone) Hillman-Platone, 1, 2, 3, la teoria della ghianda, sogno/realtà, incontro con james hillman 83 pag.], il Daimon si prende cura  dell’anima (e della sua forma “fisica”) che lo ha scelto poichè così si prende cura di se stesso, Lachesi quale ti ha destinato? Sgranf della cultura.
Riusciamo a dotare la nostra biblioteca di testi di graphic design contemporaneo? (amazon, bol) Suggerisco, Rex Ray (amazon), Beatriz Milhazes (amazon), Fiona Rae (amazon), ecc…”
(l’icona on the top è di Rex Ray, David Bowie Project)

Read Full Post »

origami’s art

Robert J. Lang è stato un curioso studente di origami per oltre quaranta anni ed è ora riconosciuto come uno dei maestri mondiali di quest’arte di origine giapponese, con oltre 500 disegni catalogati e diagrammi. Egli è noto per il dettaglio e il realismo nella progettazione di origami, e include nel suo repertorio alcuni dei disegni più complessi mai creati. Il suo lavoro combina gli aspetti della scuola occidentale del design matematico dell’origami, con l’accento orientale di linea e la forma per produrre modelli che sono al tempo stesso particolari, eleganti e stimolanti da piegare. Le sue opere sono state esposte in mostra a New York (Museum of Modern Art), Parigi (Carrousel du Louvre), Salem (Peabody Essex Museum), San Diego (Mingei Museum of World Folk Art), e Kaga, Giappone (Nippon Museum Of Origami).
Il dottor Lang è uno dei pionieri dell’incontro disciplinare tra origami e la matematica, autore o co-autore di nove libri e numerosi articoli su origami arte e design. Nella sua carriera, ancora in corso, come artista di origami a  tempo pieno, ha lavorato come consulente di un fisico e di un ingegnere; è  membro della Optical Society of America, della IEEE Photonics Society, e l’Editor-in-Chief del Journal IEEE di Elettronica Quantistica. Nel 2009, ha ricevuto la più alta onorificenza del Caltech, il Distinguished Alumni Award.
Nel suo sito è possibile apprezzare il geniale lavoro a cui si dedica da anni, visualizzando le opere da lui create divise per categoria, ampiamente descritte e molte delle stesse con il pattern di piegatura del soggetto annesso, in pdf e stampabile.
(ricerca nata parlando del più e del meno con il prof. Mezzocolli)

per approfondire
Joseph Wu Origami
OrigamiUSA Resources
Fishgoth Origamipage

Read Full Post »

ipad apple

ipad tutto sulla tecnologia più evoluta e rivoluzionaria della mela nel dispositivo magico della tavoletta, a un prezzo incredibile (effettivamente esagerato)…qui

Read Full Post »

insegnamento, design, ricerca
La descrizione del lavoro dell’architetto è cambiato radicalmente, con l’emergere di una società globalizzata, e continuerà a farlo in futuro. Già oggi, le esigenze del lavoro non corrispondono al profilo sul quale si basa la classica formazione in architettura. In questo contesto, la questione che si pone non è più solo quella della costruzione , ma anche quella di una nuova impostazione alla costruzione e nuovi percorsi all’interno del disegno/intento stesso. Da qui inizia il testo di Explorations: autori internazionalmente celebrati, tutti professori  e quindi direttamente coinvolti nei processi che descrivono, affrontano i temi principali della ricerca architettonica contemporanea. Prendendo ad esempio le opere dei loro studi di progettazione Eidgenössische Technische Hochschule [ETH] Zürich [Politecnico federale di Zurigo]: Marc Angélil, Fabio Gramazio / Matthias Kohler; Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne [EPFL, Swiss Federal Institute of Technology di Losanna ]: Harry Gugger, Dieter Dietz), offrono concrete discussioni di questi argomenti e li collocano nel contesto della ricerca applicata e della pratica. Brevi e accessibili saggi sui movimenti più importanti del ventesimo secolo, in architettura, chiariscono il rapporto tra i temi discussi e la canonica ricerca architettonica. La mostra al Padiglione svizzero della Biennale di Architettura 2008 di Venezia è intesa quindi come un trampolino di lancio per un ulteriore approfondimento della materia. In inglese.
(traduzione e integrazione dal sito web dedicato)

in biblioteca

per approfondire i contenuti

Read Full Post »

post_ ricerca per Daniel 5H sulla Salomé di Oscar Wildeeloquium suum – (si presume per la tesina finale) vediamo intanto chi è, e cosa ha fatto-scritto; sul suo dramma Salomè vediamo qui; poi su google books prova a vedere qui (in generale) e qui invece in particolare, questo interessante frammento dal  titolo Oscar Wilde : il poeta di Salomé (metà di pag. 232); qui trovi il testo del dramma (credo completo) in pdf; aqui lo mismo pero in inglés; anke questo pdf è molto interessante; non c’è traccia della sua per-sistenza nelle nostre biblioteche scolastiche…tuttavia se lo vuoi in prestito c’è al Liceo Scientifico Statale Alvise Cornaro… dove fanno il prestito inter-istituto…alla Biblioteca Centrale di Palazzo Maldura Facoltà di Teatro e Spettacolo (Padova, inizio di via Beato Pellegrino) trovi invece questa edizione e anche questa, oltre ad altre (guarda qui)…e anche qui…; se li vuoi comprare invece (e varrebbe la pena, visto l’esiguo prezzo) guarda qui per la Rizzoli 7€, qui per un’altra edizione in IBS, 4,88€…alla fine leggi anche questo articolo
mi sembra abbastanza per cominciare…
prof. biblioteca selvatico city…

Read Full Post »

Older Posts »