Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2010

24 novembre 2010 ore 10 40 circa
…oggi in succursale del nostro Liceo, sono entrate in azione le SAMSquadre d’Azione AntimMondizie…(da non confondersi con le SAM, Squadre d’Azione Mussolini, di antesignana memoria, cioè aldilà delle insegne e degli attuali discutibili insegnamenti)…e per circa 30 minuti, primi e per primi, abbiamo spazzato tutto il cortile, tolto via tutte le cartacce dal parcheggio macchine, ri-pulito a nuovo il selciato di cemento, spazzato ancora e anche il sottoportico d’entrata della sede succursale… guidati nella som-mossa dal prof. della Biblioteca (cioè io me medesmo, come direbbe Ruzante)…Massimiliano, Alessia, Valentina, Arianna, Gaetano e Tommaso (se non sbaglio) tutti studenti/esse della mitica 4^ A (per gentile con-cessione del docente curricolare, prof. Temporin) hanno lavorato con destrezza, continuità e lodevole abnegazione (e poi si dice dei ragazzi di ieri) per rendere pulito lo spazio in cui noi tutti studiamo. Studenti e proff. (e non solo)

Ipso facto abbiamo reso la nostra scuola più vivibile, come fosse casa nostra…
un cartello resta memore a ricordare a tutti gli studenti l’odierna impresa… rammentando che se (noi per primi) non teniamo pulita, la nostra scuola…
pulirla toccherà, prima o poi a tutti…

Sursum corda e buona pulita scuola…
a tutti

Annunci

Read Full Post »

la raccolta Giuseppe Fiocco della Fondazione Cini
La raccolta di disegni messi assieme da Giuseppe Fiocco (1884-1971) ed entrata integralmente a far parte delle collezioni della Fondazione Giorgio Cini, riflette la varietà e la ricchezza di interessi dello studioso, che, chiamato nel 1929 a ricoprire la cattedra di Storia dell’arte presso la Facoltà di Lettere all’Università di Padova, è stato il fondatore della scuola padovana di storia dell’arte e un pioniere negli studi sull’arte veneta. Particolare significato riveste, all’interno della raccolta Fiocco, il gruppo comprendente i disegni di scuola veneta: di straordinario interesse è il nucleo di Giambattista Pittoni e della sua scuola, che rappresentano la parte più cospicua del corpus grafico pervenutoci del pittore veneziano.

Formato:Brossura

Pagine: 327

Lingua: Italiano

Editore: Marsilio

Anno di pubblicazione 2005

in biblioteca centrale

Read Full Post »

Il volume si propone di indagare le esperienze di Carlo Scarpa nell’ambito delle architetture per il teatro, integrando il catalogo critico dei disegni con una serie di saggi, documenti e testimonianze in grado di restituire un quadro il più possibile completo dal punto di vista storico e documentario di tali esperienze. L’obiettivo dell’opera è infatti quello di proporre i documenti d’archivio all’interno di un percorso storico-critico che ne favorisca la lettura e la comprensione anche ad un pubblico più ampio.

Formato: Rilegato
Pagine: 258
Lingua: Italiano
Editore: Mondadori Electa
Anno di pubblicazione 2010

in biblioteca centrale

Read Full Post »

arte russa del ‘900 dalle collezioni Morgante e Sandretti.
Il volume è il catalogo della mostra omonima che Ca’ Foscari Esposizioni (21 aprile – 25 luglio 2010) dedica all’arte russa. Un percorso che copre le vicende dell’intero Novecento artistico russo e ne individua tre fondamentali linee guida: Memoria, Mistificazione, Immaginario. Si spazia così dai manifesti di propaganda del realismo socialista, vera e propria ideologia per immagini destinata a esaltare il culto del capo e il mito del “radioso avvenire”, alle opere dell’avanguardia pre-rivoluzionaria che sopravvivono nella memoria grazie a nomi del calibro di Chagall e Kandinskij. Infine un’ampia sezione è dedicata alla rinascita della pittura libera, non ufficiale, a partire dalla Biennale del Dissenso del 1977 e arrivando fino agli artisti degli anni Novanta. Tutte le opere, documentate nel catalogo e complete di scheda scientifica, provengono dalle collezioni private Morgante e Sandretti e sono accompagnate da una quindicina di contributi di altrettanti specialisti della materia, tra i quali spiccano Vittorio Strada, Gian Piero Piretto, Victor Stoichita, Alessandro Niero e Viktor Misiano.

Formato: Brossura
Pagine: 288
Lingua: Multilingue
Editore: Terra Ferma Edizioni
Anno di pubblicazione 2010

in biblioteca centrale

Read Full Post »

…è cominciato anche quest’anno scolastico…all’insegna della riforma delle scuole medie superiori fortemente voluta dal nostro Ministro della Pubblica Istruzione MariaStella Gelmini…tant’è che il nostro Istituto potrà vantare, fino a esaurimento scorte, ben due titolazioni, la precedente e la nuova: Istituto Statale d’Arte e Liceo Artistico. Che conquista!
Sta di fatto che nella nostra scuola sono state penalizzate le materie professionalizzanti, cioè di laboratorio, cioè artistiche… in senso stretto…a scapito della professionalità di Voi studenti e a favore, in vece, della de-professionalizzazione e pre-carizzazione premeditata dei docenti di materie che con l’arte hanno, nello specifico, a che vedere…(con l’arte ho detto, non con la politica di bassa lega)…
…al di là (del bene e del male) comunque di qualsivoglia particolare tendenza a salvaguardare la propria scuola o il proprio indirizzo di studi, mi sembra che questa riforma non abbia assolutamente, come le altre d’altronde, compiuto una seria e competente analisi dei bisogni e delle problematiche che da decenni affliggono la scuola e l’istruzione in Italia (e non solo superiore, e non solo universitaria)…ma i suoi propositori si piccano di poter compiere trasformazioni epocali in corsi di studi e indirizzi, da anni viatici di riconosciute professionalità di studenti/esse e di docenti ai quali va il solo e unico merito di rappresentare realmente l’istituzione scolastica italiana.
Il tutto con sempre maggiori tagli (vedi varie finanziarie) alla scuola pubblica: dalla carta igienica ai pennarelli, dagli insegnanti di sostegno ai precari, dal taglio draconiano alle gite scolastiche negate agli studenti al (li)mite(?) finanziamento di scuole politico-pubbliche come nel caso di Adro (perchè poi non una scuola con l’insegna della maria intitolata a Che Guevara?); “questa scuola non s’ha da fare“..direbbe il Manzoni (continua)

materiali per approfondire
– cosa sono i tagli alla scuola pubblica
(cos’è la riforma Gelmini, tagli alle scuole e spese militari
)
materiali per gli studenti e le studentesse in agitazione

-la scuola che viene
(note sul laboratorio disciplinare, il controllo sociale e la società della conoscenza
)

-bolle di sapone
(un appassionato intervento in forma epistolare all’Avv. Gelmini, firmato da  Giuseppe Aragno, FuoriRegistro, 10 novembre 2010)

-lettera a B.
(cioè al nostro Presidente del Consiglio, da parte di una studentessa della Facoltà di Lettere di Roma Okkupata, il giorno dopo l’invito dei Senatori agli studenti, per un thé a Palazzo Madama…)

-lettera dallo Scalcerle
(dagli studenti ai genitori, in clima di okkupazione)

-la scuola tagliata
(afflitta dai suoi mali cronici, la scuola è ora alle prese con le novità della riforma Gelmini/ video Rai.Tv, Presa Diretta, Riccardo Iacona/ 8.2.2009/1 h e 24 min)

-la scuola fallita
(Riccardo Jacona si occupa dei tagli alla scuola pubblica…/ video Rai.Tv, Presa Diretta, Riccardo Iacona/ 14.2.2010/1 h e 39 min)

-scuola e università
(Boccardi, Coin e Starnone/ video Rai-Youtube/Vieni via con me, Fabio Fazio/29/11/2010/ 6 min e 24 sec.)

Read Full Post »